Il sole brilla sulla neve che cade: fuoco e ghiaccio.
Alberi spogli e rigidi stagliati contro l’orizzonte, fredde paludi, paradisi per anatre ed oche.
Una marmotta e’ immobile su un palo.
In qualunque posto ci troviamo, possiamo osservare in ogni momento il fluire costante della Vita.
Il sole che brilla sulla neve e si contrappone ad essa e’ un esempio evidente del ciclo degli opposti; notiamo anche l’incessante ritmo della vita: gli uccelli acquatici sopravvivono in attesa dell’arrivo della primavera e gli alberi completamente spogli aspettano trepidanti un sole piu’ caldo.
Possiamo paragonare la terra ad una grande ruota che gira, in cui tutto si muove e muta continuamente.
Malgrado cio’, come la marmotta rimane immobile attraverso lo scorrere delle stagioni, anche noi dovremmo fermarci e guardarci dentro; ogni volta che l’inverno muta in primavera dovremmo porre attenzione alla fermezza del nostro IO.

Qualunque cosa accade nel mondo circostante , occorre sempre conservare cio’ che e’ dentro i nostri cuori, poiche’ cio’ che funziona nel rifugio della casa funziona ovunque.
Solamente quando avremo questa fermezza sapremo che la nostra ricerca avra’ successo.

Un abbraccio
Paolo