I limiti alle imbecillaggini non esistono, è forse merito del progresso che purtroppo influenza anche gli aspetti negativi??? 

Forse è proprio così.
Finalmente ho ricevuto, tramite la posta elettronica, una risposta in merito alla veridicità di quanto circola nella rete di Internet.
Sinceramente, a me dispiace molto che uno strumento così importante venga utilizzato in questo modo.
Come sempre, va a finire come la storiella del pastorello che gridava “al lupo, al lupo” e così, nel caso di appelli seri e realmente gravi, non si sa a cosa pensare e si finisce convincendosi che sia solo una ennesima bufala.
Comunque, è anche giusto ed opportuno riderci sopra, visto che se incominciamo a piangere per tutte le brutte cose che esistono al mondo, dobbiamo ricostruire l’arca di Noè…

Ecco a voi il testo della e-mail ricevuta:

Ciao amici, il mio nome e Arild Ovesen.
Soffro di malattie veneree rare, cattivi risultati scolastici, estrema verginita’, paura di venire ucciso mediante elettroshock anale, e ho anche il senso di colpa per non aver inoltrato 50 miliardi di catene di Sant’Antonio mandatemi da persone che pensano davvero che se uno le inoltra, la povera piccola bambina di 6 anni con un capezzolo in fronte riuscira’ a procurarsi abbastanza denaro per toglierlo prima che i genitori la vendano al Circo Orfei.

Prima di tutto: manda questa lettera a 7491 persone entro i prossimi 5 secondi. Senno verrai stuprato/a da un montone impazzito e gettato fuori da un edificio altissimo per cadere in una collina di escrementi animali.

Se non lo farai, a causa di uno strano virus la ventolina dentro il pc si mettera’ a girare al contrario e vi risucchierà il processore.
Dopo una serie di lampi di colore blu dal vostro lettore cd (se avete il masterizzatore e’ peggio) uscira il “totem della buona sorte” che ha gia’ fatto il giro del mondo tre volte (e mi ha confidato di essersi stancato perche’ vorrebbe starsene cinque minuti a casa) e si mettera’ sulla tastiera.

Per ogni messaggio che manderete all’indirizzo elencoboccaloni@mandala.net una associazione donera’ 1/4 di dollaro per comprare un aereo all’aviazione americana che servira’ per tirare giu’ un’altra funivia in Italia.
E per ogni mail che manderete alla Microsoft o che mandera’ un’altra persona dopo avere ricevuto l’informazione da voi vi verra’ portata una pizza quattro stagioni a casa vostra da Bill Gates in persona……voi ridete, ma anch’io all’inizio non ci credevo poi ne ho spedite tante e dopo tre settimane mi e arrivato addirittura un calzone farcito!!!
ED E’ TUTTO VERO!!!
Perche’ questa lettera non e’ come tutte quelle false, QUESTA e’ del tutto autentica!!! Del tutto vero! Mandala!

Ecco il programma:
Mandala a 1 persona: 1 persona si incazzera’ perche’ gli hai mandato una stupida catena di Sant’Antonio.
Mandala a 2-5 persone: 2-5 persone si incazzeranno perché gli hai mandato una stupida catena di Sant’Antonio.
Mandala a 5-10 persone: 5-10 persone si incazzeranno perché gli hai mandato una stupida catena di Sant’Antonio, e forse valuteranno l’opportunità di sopprimerti.
Mandala a 10-20 persone: 10-20 persone si incazzeranno perché gli hai mandato una stupida catena di Sant’Antonio, e faranno saltare te, la tua casa, la tua famiglia e il tuo gatto in aria.

Ricordati, però che:
Erode Scannabelve: un pediatra mannaro di Trieste, non spedi’ a nessuno questa mail: dei suoi tre figli uno comincio a drogarsi, il secondo entro nel Partito Umanista e il terzo si iscrisse a Ingegneria dei Materiali.
Turiddu Von Wasselvitz: un allenatore di farfalle da combattimento austro-siculo, si fece beffe di questa mail ad alta voce, e in quello stesso istante gli esplose la testa.
Meo Smazza: pornodivo shakespeariano, non diede alcun peso a questa mail: ignoti gli riempirono un profilattico di azoto liquido, e lui se ne accorse solo dopo averlo indossato.
Un tizio che conosco non ha diffuso questa mail e ha disimparato a andare in bicicletta.

Se inviate questo messaggio a tutti coloro che conoscete, perderete 2 minuti (e tutti i vostri amici) ma contribuirete a salvare la vita di un bambino.
Se non lo farete vi cadra’ addosso un pianoforte.

Nella calda estate, ridere fa anche bene
L’importante è capire, saper ascoltare…e ragionare con la propria testa…ricordandosi di attaccare il cuore!
Un forte abbraccio.Paolo